Cocktail a base di sidro

Il sidro si beve schietto, ma non solo: può infatti diventare una valida base per cocktail. Le combinazioni sono tante quante la fantasia ne permetta e fra le più antiche possiamo annoverare il Kir norman e il Kir breton. Entrambi i cocktail sono certificati dall’Iba (International Bartenders Association) e risalgono alla metà del Novecento. Si dice infatti che l’abate Félix Kir, diventato sindaco di Digione, per promuoverne i prodotti tipici ideò una miscelazione di vino bianco di Borgogna e di crème de Cassis. E il Kir norman e il Kir breton non sono che varianti in cui il vino è sostituito da sidro prodotto in Normandia o in Bretagna.

Per quanto riguarda il presente, i cocktail più in voga possono essere fruttati e profumati, speziati o più alcolici e decisi.

Gusti freschi ed estivi

Cocktail di sidro alla frutta – È realizzato con una bottiglia di sidro, pesche gialle mature, lamponi, un rametto di menta e si serve in bicchieri ghiacciati.
Fitness – Proposto da alcuni locali famosi, è composto da cordial lime, purea di banana e sidro.
Red lady – È un cocktail modaiolo con liquore all’arancia, purea di fragola, limone e sidro.

Sapori speziati ed esotici

Spritz con sidro e zenzero – È una variante dello spritz, realizzabile anche con Aperol e sidro (Cider spritz). Questo cocktail vede il sidro allungato con la soda o con l’acqua frizzante e arricchito da mela a cubetti e zenzero grattugiato.
Autumn wind – Si compone di Irish whisky, grappa alla cannella, sidro e angostura.

Le varianti dei cocktail classici

Apple caipicider – Mentre la Caipirinha è il risultato dell’unione di cachaça, lime, zucchero di canna e ghiaccio tritato, la versione al sidro si prepara con succo di mela, sidro, lime, zucchero di canna e cachaça.
Mojito alle mele – Alla ricetta originale, privata dello zucchero di canna bianco, si aggiungono sidro frizzante e sciroppo d’acero.

Sapori forti

Apple cocktail – Per prepararlo occorrono due sesti di sidro, due sesti di calvados (distillato di sidro), un sesto di gin e un sesto di cognac.

Consigliati da Gusto Sidro

Mehelito Gold – Un’altra variante del classico mojito, realizzata sostituendo il rum con il sidro e procedendo poi con l’aggiunta di sweet and sour (oppure lo zucchero di canna e il lime), ghiaccio e menta. Una rivisitazione freschissima e leggera perfetta per l’estate.
American Gold – Prendete il classico Americano, togliete l’acqua di seltz e mescolate al Campari e al vermouth rosso circa 10 cl di sidro. Guarnite infine con una fetta d’arancia e servite con ghiaccio.
Sparkling Gold – Per uno “spritz luccicante”, si mescolano Aperol e sidro e si aggiungono una fetta d’arancia e del ghiaccio.

Scarica le ricette (formato pdf): Gusto Sidro_Ricette Cocktail a base di Sidro

twitter facebook pinterest storify youtube rss