Letture consigliate sul sidro

Dai suggerimenti su come produrre il sidro a casa propria ai grandi classici della narrativa contemporanea, dai racconti per bambini fino ai fumetti: per chi vuole leggere di sidro c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Tecnica del sidro

Già nell’Ottocento nacquero i primi testi volti a svelare istruzioni e segreti della fermentazione alcolica delle mele. Una tradizione iniziata con “The cider makers’ manual” di J. S. Buell (1869) e proseguita nel secolo successivo grazie a “The cider makers’ hand book” di J. M. Trowbridge (1920). In tempi recenti, i testi più prestigiosi sono le sei guide curate dalla Camra (Campaign for real ale) tra il 1984 e il 2005, intitolate “Good Cider Guide”. Godono di buona diffusione nel settore anche: “Cider, hard and sweet: history, traditions, and making your own” (1999) di Watson, “Cider: making, using & enjoying sweet & hard cider” di Proulx e Nichols (2003) e “Making craft cider” di McKie (2011). Per chi vuole leggere in italiano, c’è la guida di Alessandro Guzzi “Come fare il sidro” (1991), in cui l’autore centra l’attenzione sulle mele biologiche, ma anche “La produzione del sidro in Val Resia” (1988) di Antonio Longhino e “Sidro, alcuni cenni sulla preparazione con i metodi francesi” (1887) di Giuseppe Manzini.

Storia del sidro

Se l’Inghilterra la fa da padrone nel settore tecnico, in campo storico spiccano i libri francesi. Il genere inizia a fare la sua comparsa nel 1855 con “Histoire du pommier e du cidre” di Ferret e giunge fino ai nostri giorni con “Le Cidre” (2003) di Coudray, Teurtrie e Vicq, “Le cidre: Histoire d’une boisson venue du fond des âges” (2003) di Rio, e il curioso “À la gloire du cidre” (2011) di Monticone. Nel mezzo, ancora una proposta britannica con “The History and Virtues of Cyder” (1982) di R. K. French.

Narrativa

Il titolo più famoso tra i romanzi è “Le regole della casa del sidro” (1985), dello statunitense John Irving che ha dato vita all’omonimo film, vincitore di due premi Oscar. Per una lettura itinerante, invece, si può sfogliare il diario del viaggio in Normandia di Mariateresa Cupane, “Le strade del sidro e dell’angelo” (2009).

Per i più piccoli…

Due i suggerimenti per le generazioni più giovani, a patto che abbiano già una discreta confidenza con la lingua inglese: si tratta dei racconti “Sweet Apple Cider and Cinnamon Sticks” (2010) di Hukill e “The Cider house bears” (2011) di Nolan.

Infine, una chicca per gli appassionati di fumetti: nell’episodio “Il sidro stellare”, numero 26 della striscia francese “Spirou e Fantasio”, i due protagonisti sono alle prese con un’invasione di alieni particolarmente ghiotti di sidro.

twitter facebook pinterest storify youtube rss