Santuari del sidro

L’Europa è ricca di luoghi imperdibili per gli amanti del sidro. Percorsi naturali, province costellate di fattorie, sidrerie, distillerie, musei e locali notturni ad hoc, fanno di alcune regioni dei veri e propri santuari del sidro.

Spagna

Nelle Asturie, terre di innumerevoli spunti culturali e religiosi, sorge un famoso itinerario del sidro, lungo il quale fra fabbriche e frantoi si incontra Villaviciosa, nota per l’enorme produzione di mele. Ma la tappa fondamentale è Nava, la capitale del sidro che vanta un importante museo dedicato ai tipici metodi di lavorazione e a tutti i suoi segreti e comprende anche un momento dedicato alle degustazioni. Un’altra fermata è d’obbligo a Gijon, fra le cui strade del centro sorgono innumerevoli locali per la vita notturna dedicati alla bevanda tipica: per esempio El globo, una sorta di rustica osteria con cucina tipica asturiana e sidro di ogni sorta. Anche Oviedo vede un’intensa vita notturna. Basta recarsi nella famosa calle Cascona per perdersi fra le sidrerias, dette anche chigres.

Francia

In Normandia, terra dall’antica tradizione nella produzione di sidro, si trova un’altra route du cidre, un percorso che si inoltra nel dipartimento del Calvados e dove sorgono le più importanti sidrerie e distillerie di tutta la Francia. Una delle sue tappe più importanti è Beuvron-en-Auge, borgo dall’atmosfera tipicamente normanna dove ogni ultima domenica di ottobre si celebra la festa del sidro, a cui prendono parte non solo i migliori produttori della zona ma anche tanti turisti consapevoli di poter trovare prodotti fra i più pregiati. Se invece si preferisse la città e ci si volesse immedesimare in un tipico cittadino di Parigi si potrebbe visitare Le vieux journal a Montparnasse, dove ad accompagnare la crèpe si beve dell’ottimo sidro.

Inghilterra

Nella contea dello Herefordshire un’altra nota strada del sidro è percorribile anche in bicicletta. Fra una pedalata e l’altra ci si ritrova immersi in una costellazione di piccole fattorie, impianti più grandi e vasti meleti. I trenta chilometri dell’itinerario includono infatti numerose cantine storiche fra cui l’antico marchio Westons cider, che nel suo stabilimento organizza visite guidate e che vede annesso il ristorante Scrumpy house, dove assaggiare piatti a base di prodotti locali e naturalmente diversi tipi di sidro di produzione propria. In ottobre nella contea si svolge anche il caratteristico Harvestime festival, occasione unica per visitare le campagne e per le degustazioni.

Canada

Anche dall’altra parte dell’oceano, in Canada, c’è una ricca tradizione del sidro, esaltata dalla route des cidres, percorso di quattordici tappe che si inoltra nelle valli del Monteregie. E anche qui ci si addentra nelle campagne dove, fra un assaggio e l’altro offerti dalle aziende del luogo, si può anche praticare il cosiddetto “pick your own”, una simpatica pratica che vede il visitatore cogliere direttamente di sua mano la frutta che vuole comprare.

Scarica l’articolo (formato pdf): Gusto Sidro – Guida ai Santuari del Sidro

twitter facebook pinterest storify youtube rss