Mulini per l’energia eolica? No grazie, vogliamo le sidrerie

Nell’Inghilterra del Somerset gli abitanti sono così attaccati alla propria terra, alla bellezza delle campagne e alla tradizione che, quando si tratta di mettere in discussione il loro paesaggio, non stanno a guardare. Ecco perché si ribellano all’introduzione di turbine eoliche previste dal governo. E lo fanno non solo con la propria voce ma anche grazie all’interpretazione artistica del gruppo musicale The Wurzels, coautore di una campagna di protesta che suona così: meno pale e più mulini… da sidro”. Perché il Somerset, e più in generale il West Country, è la patria dell’antica bevanda su cui ancora oggi si basa buona parte dell’economia locale e la popolazione ne va orgogliosa.

Windmill? No, cidermill

Tutto nasce in seguito alla notizia dell’imminente arrivo di una turbina alta 66 metri a Laverton, vicino al quartier generale dei Wurzels, nella più ridente campagna del Somerset. Lo slogan della band diventa subito di tutti: “meno windmill (pale eoliche), più cidermill (mulini del sidro)”. Il gruppo musicale folk, che in Inghilterra gode di un ottimo pubblico e di grande sintonia con la popolazione locale, interpreta perfettamente un sentimento molto comune: il bisogno di assicurare una tradizione vincente, quella del sidro, e di non lasciare la terra in mano a gigantesche pale eoliche che evidentemente non piacciono affatto e modificano non solo l’estetica ma anche la vita della fauna locale. A dispetto dei sondaggisti che davano l’energia eolica nettamente vincente nei cuori degli inglesi.

Le pale eoliche sono importanti, ma il sidro lo è di più

La questione è chiara: la popolazione nutre degli insanabili dubbi sull’opportunità di sacrificare le proprie terre in nome dell’energia pulita e rigettano le intenzioni politiche di chi vuole fare del West Country la patria dell’eolico. Ma si parla di un territorio famoso per la sua bellezza, che accoglie da secoli i meleti fra i migliori del mondo, da cui nasce l’antica tradizione della bevanda di mela fermentata di cui proprio il Somerset tiene alta la bandiera nel mondo intero. E sempre lì si produce anche scrumpy in quantità, vale a dire pregiato sidro artigianale ricavato da piccole mele considerate non buone da mangiare. Infine, aggiunge la band, se le turbine eoliche sono una buona ragione degli ambientalisti, non lo sono per la gente locale che, democraticamente, va ascoltata.

Lascia un commento

(*) Campi obbligatori
twitter facebook pinterest storify youtube rss