Sidro crudo e atmosfere tipiche per il pub gallese dell’anno

Il cider pub dell’anno si trova nelle terre di re Artù e dei cavalieri della tavola rotonda, in un villaggio circondato solo da praterie di un verde sgargiante, arricchite da millenni di storia e dall’omonimo castello di origine normanna, nei pressi di Newport. Si chiama Bell Inn e a insignirlo è stata la Camra (Campaigning for real ale, pubs & drinkers’ rights), che dal 1971 si occupa di tutelare prodotti dalle antiche tradizioni come birra e sidro artigianali ma anche di promuovere i migliori locali per berli, come appunto i pub, possibilmente ben integrati con la comunità cittadina.

Un’atmosfera da fiaba

Bell Inn sorge in un’antica costruzione dall’atmosfera tipicamente gallese, con un grande comignolo che la fa somigliare alle vecchie illustrazioni delle fiabe dei fratelli Grimm, resa ancora più affascinante dalla neve nei lunghi periodi invernali. Al suo interno, pareti, tetto e mobili in legno, ripresi con la luce calda e soffusa di candele e lampade a olio, fanno tornare indietro nel tempo avvolgendo l’avventore di storia, profumi e calda accoglienza. I padroni del pub, consapevolmente o meno, hanno fatto un eccellente lavoro: se il luogo incanta, c’è da rimanere a bocca aperta nello sfogliare la carta delle bevande, dove si trovano ben 28 diverse varietà fra sidro e perry non pastorizzati, di produzione artigianale, quasi sempre locale e quanto meno pregiata. Sia in bottiglia che alla spina.

Puro spirito gallese

La cura dei dettagli, l’attenzione riservata agli ospiti, l’atmosfera caratteristica, sono i pregi del Bell Inn che gli hanno valso il premio di Camra. Ma i criteri più importanti riguardano naturalmente la qualità del sidro, del perry, del vino e della birra offerti, che non solo sono esemplari, ma valorizzano anche il territorio, in quanto provengono in molti casi proprio dalle coltivazioni gallesi. Questo lo ha spiegato conduttore del locale Landlord Lee Taylor durante l’assegnazione del riconoscimento ma lo confermano anche le eccellenti recensioni che riceve ovunque in internet. Sembra quindi che ci siano ottime probabilità di vincere anche il premio per cui si sta preparando ora: quello di miglior pub della Gran Bretagna. Il pub non si fa mancare nulla di quanto è in grado di allietare i clienti, come la musica dal vivo, ospitando spesso concerti con una predilezione per la musica celtica. E il cibo ha un posto d’onore: vincitore di diversi premi per qualità e freschezza, il ristorante si distingue anche per la presenza di ricette tipiche realizzate sempre nell’osservanza, dove possibile, del chilometro zero, vale a dire del contatto diretto con i coltivatori e allevatori locali che riforniscono quotidianamente la sua dispensa.

Photo credits: The Bell At Caerleon

Lascia un commento

(*) Campi obbligatori
twitter facebook pinterest storify youtube rss