Tifosi uniti davanti allo schermo… con una pinta di sidro

Paese che vai, bevanda che trovi, soprattutto se in campo c’è la nazionale di calcio. E i Mondiali – ora in Brasile – sono proprio l’occasione perfetta per sorseggiare le bevande preferite, accompagnate da qualche stuzzichino, seduti con gli amici davanti alla tv o al megaschermo del bar. Sul cosa bere, ogni tifoso è spesso molto campanilista, ma le sorprese ci sono, e sono molte.

Inghilterra vs Francia

Per gli inglesi l’accoppiata d’obbligo è sempre la stessa: birra o sidro davanti alla nazionale. Al pub o in casa, poco importa: le due bevande sono la vera anima del tifoso britannico. Peraltro una ricerca svolta sui principali marchi di queste due bevande diffusi in Gran Bretagna ha dato una buona notizia: rispetto al 2010, i prezzi sarebbero calati, dunque un motivo di più per brindare davanti allo schermo.
Tra vino e sidro invece, quando è tempo di partite mondiali, i francesi non hanno dubbi: è il secondo, frizzantino e lievemente alcolico, a vincere per il suo carattere informale davanti alla tv. Meglio se consumato ghiacciato, accompagnato da un piatto di deliziosi fromage d’Oltralpe e da una baguette. La merenda del tifoso è servita.

Passione sidro anche tra gli Azzurri e gli americani

Anche per gli italiani il sidro è diventata una delle scelte, magari in bottiglietta e rigorosamente in versione ghiacciata, da sorseggiare seduti davanti ai megaschermi organizzati sui prati, nei giardini pubblici, in spiaggia. Per i tifosi nostrani, nonostante la sconfitta, si continua a tifare perché vinca il migliore e patatine più popcorn restano l’accompagnamento preferito; snack che li accomuna anche agli statunitensi, che anche loro iniziano a scegliere il sidro davanti alla tv e alla partita di calcio alternandolo alla birra.

I padroni di casa patiti di perry

Amato tanto quanto lo champagne, anche in Brasile il sidro viene consumato abbondantemente. Il preferito del momento? Il perry, ovvero la sua versione a base di pera. Le vendite e i consumi crescono – dicono le analisi di mercato – soprattutto in concomitanza con eventi sportivi e musicali.

…e gli spagnoli si consolano, con la sidra

Anche se non è un Mondial fortunato come quello di Berlino di 4 anni fa, gli spagnoli restano incollati davanti alla tv. Per loro, la bevanda d’obbligo è “una copa de sidra”, ovvero una pinta di buon sidro, meglio se delle Asturie. Almeno durante i Mondiali, le bevande locali restano le preferite.

Photo credits: Flickr / Brainless Angel

 

Lascia un commento

(*) Campi obbligatori
twitter facebook pinterest storify youtube rss