Una stagione a tutta mela per la più antica distilleria di Normandia

A Cormeilles, nella valle dell’Eure, terra di frontiera con la regione francese del Calvados, vi è un piccolo miracolo appena compiuto. La famiglia Busnel a partire dal 1910 vi gestisce quella che oggi è la più grande distilleria del Calvados, l’acquavite di mele, dell’intera Normandia. E il miracolo del 2014 è tutto nei grandi numeri della produzione di mele dell’anno: raccolta da record dicono i responsabili della distilleria, che si apprestano a fare in conti con una produzione che potrebbe entrare nel Guinness dei primati.

Quaranta produttori accorrono con le loro mele

Nelle scorse settimane arrivano i numeri incredibili: i camion dei produttori locali (circa 40) affiliati alla distilleria, tutti pronti a produrre quello che diventerà il Calvados con la denominazione di origine controllata (la francese AOC), hanno scaricato a Cormeilles ben 8mila tonnellate di mele. Sono di quattro varietà diverse, dalle più acidule alle più dolci, e vanno obbligatoriamente mischiate per ottenere il prodotto con il bollino ufficiale del Calvados di Normandia. Dopo la pressa e dopo essere diventate sidro, la bevanda deve distillare, negli alambicchi speciali. La distilleria ne possiede sette, e di qui passano per volta circa 2500 litri di sidro che diventeranno poi 250 litri di acquavite che raggiunge anche i 72 gradi!

Due anni a dimora nel castagno

Ma per diventare Calvados resta ancora un ultimo passaggio, quello nei fusti in legno di castagno, dove il liquore tanto amato, ottima bevanda da meditazione, deve invecchiare almeno due anni prima di venire imbottigliato e venduto. Ma per scoprire da vicino tutta la trafila della produzione del Calvados in questo luogo dove il tempo sembra essersi fermato, l’ideale è andare a verificare di persona: qui infatti è possibile visitare, tutti i week-end di ottobre e novembre, l’intera distilleria e carpire i segreti antichi di questa affascinante produzione a base di mele.

Photo credits: Distillerie Busnel

Lascia un commento

(*) Campi obbligatori
twitter facebook pinterest storify youtube rss